CHORO E DINTORNI

Berti - Proietti - Rossini
CJE Records 2016

Il progetto nasce dalla voglia di affrontare e proporre, pur senza intenti prettamente filologici, un repertorio di musica popolare nato a Rio de Janeiro nella seconda metà del diciannovesimo secolo e sviluppatosi fino ai giorni nostri; un genere musicale che coniuga ottimamente due elementi indispensabili: “divertimento” e “qualità”.

 

La musica di autori come E. Nazareth, Pixinguinha, Z. Abreu e molti altri contiene caratteri
derivanti dalla musica colta europea del diciottesimo e diciannovesimo secolo (per ciò che attiene
all’aspetto armonico e melodico) sapientemente mescolati con l’esuberanza ritmica tipica dei paesi africani.

Tracklist:

1) BREJEIRO
2) VOU VIVENDO 
3) PÉ DE MOLEQUE 
4) DOCE DE CÔCO 
5) GAROTO 
6) PRELUDIO A ODEON IN TRE EPISODI 
7) ODEON 
8) SEGURA ELE 
9) MANHÃ DE CARNAVAL 
10) SONS DE CARRILHOES 

11 ) ENNE
11) TICO-TICO NO FUBÁ

Alessandro Berti  - basso, contrabbasso
Emanuele Proietti - piano, diamonica
Giorgio Rossini - chitarra classica

Musiche di: Ernesto Nazareth, Pixinguinha, 

Celso Machado, Jacob do Bandolim, Louiz Bonfá, João Pernambuco, Zequinha de Abreu, 

Alessandro Berti.

Arrangiamenti: Alessandro Berti

Può sembrare contraddittorio parlare di divertimento per un genere la cui definizione letterale choro significa, in portoghese "lamento"; sta di fatto però che nella cultura carioca allegria e tristezza sono spesso indissolubilmente legate l’una all’altra; proprio come la romantica malinconia del pianismo di Chopin (in molte composizioni di Nazareth, ad esempio, è più che evidente l’influenza del grande maestro polacco) si mescola, nello choro, alla vivace e “colorata” ritmica che diverrà nel tempo uno degli elementi caratteristici della musica brasiliana (dallo choro al samba, alla bossa nova).

Lo choro rappresenta dunque una sorta di intrattenimento intelligente, uno sterminato repertorio di brani da poter, sempre col dovuto rispetto e... (perchè no?) a volte anche senza, manipolare ed interpretare anche con organici e strumenti lontani da quelli tradizionali.

© 2020 by GIORGIO ROSSINI created with Wix.com